giovedì 12 febbraio 2015

Frittelle di Carnevale all'arancia, con zenzero e vaniglia

Carnevale, si sa, è periodo di dolci e di ricordi d'infanzia...una buona occasione per tornare bambini, fare festa, mettersi in maschera e, tra coriandoli e stelle filanti, concedersi anche qualcosa di fritto, come da tradizione!! E allora, via di frittelle!! Quale migliore occasione per utilizzare i meravigliosi stampini che mi ha regalato mia suocera?

Questi stampi fanno parte della tradizione di molte regioni d'Italia: per tanti anni, in ogni fiera o mercato d’Italia ci si poteva imbattere nel banchetto del venditore di stampi per frittelle che offriva i suoi dolcetti caldi, croccanti e innevati di zucchero a velo ai bambini, ma purtroppo col tempo sono caduti in disuso, tanto che oggi è anche difficile trovarli. Con questi stampi è possibile realizzare delle bellissime frittelle a forma di fiore, di farfalla o di stella, l'unico accorgimento che bisogna prendere è quello di mantenere l'olio di frittura molto caldo. Per questo motivo spesso viene utilizzata la friggitrice, tenendo il coperchio aperto. Io ho utilizzato una padella con i bordi alti e il fondo stretto, così da poter utilizzare una quantità adeguata di olio. Nelle varie ricette della tradizione italiana, però, nella pastella delle frittelle sono quasi sempre presenti il latte e l'uovo, perciò ho dovuto completamente reinventare la pastella, ma devo dire che il risultato, seppur migliorabile, è stato delizioso!
 
INGREDIENTI
  • 100 grammi di farina di ceci
  • 150 grammi di farina di tipo 1 macinata a pietra
  • 300 ml di latte vegetale (io ho usato latte di soia), o acqua fredda
  • un pizzico di vaniglia in polvere o mezzo cucchiaino di aroma di vaniglia
  • un pizzico di zenzero macinato
  • un pizzico di cannella 
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 80/100 grammi di zucchero integrale di canna tipo mascobado
  • qualche goccia di aroma d'arancia

 PREPARAZIONE

Preparare la pastella miscelando le farine setacciate con gli altri ingredienti, amalgamando il tutto con una frusta per evitare che si formino grumi. Lasciar riposare l'impasto. Nel frattempo, in una padella capiente, dai bordi alti, versare abbondante olio per friggere (io ho usato quello di girasole, ma credo sia preferibile l'olio di arachidi) e portare ad alta temperatura: l'olio deve essere molto caldo per tutta la durata del procedimento. A questo punto prendere uno stampo e scaldarlo per qualche secondo nell'olio bollente, quindi scolarlo ed immergerlo nell'impasto avendo cura di non immergere il bordo superiore. Immergere poi di nuovo lo stampo nell'olio e attendere che diventi ben dorato (se l'olio è caldo, sarà questione di secondi). In teoria le frittelle dovrebbero staccarsi da sole dallo stampo, in pratica non succede quasi mai (!), ma non è un problema. Una volta raffreddato lo stampo, possiamo staccare le frittelle senza problemi con le mani o usando una piccola spatola. Adagiare le frittelle su carta assorbente per togliere l'eccesso di olio e servirle con una spolverata di zucchero a velo!! Dal momento che un lato delle frittelle resta concavo, possiamo anche farcirle con una crema a piacere o con la marmellata che preferiamo!! Io ho già in mente un sacco di iedee per la prossima volta!! Buon appetito!! 




2 commenti:

  1. Bellissime e senz'altro buonissime! Devo trovare quei fantastici stampi :)

    RispondiElimina